SEMINARI

I SEMINARI

 

Gli animali sono nostri  fratelli e non sono esseri inferiori; sono nazioni separate, catturate insieme a noi nella rete della vita e del tempo.            Henry Beston     

                                                                   

Con la condivisione di immagini, testi scientifici, reperti biologici, studi, esperienze storico archeologiche, materiale raccolto ed elaborato, il gruppo stesso si rende dinamico con lo sforzo di presentazione di argomenti nuovi o classici resi inediti dall’impegno della ricerca nella ricerca. 

Impiegarsi nella raccolta di materiale per trasmettere messaggi di rispetto, per forme di vita diverse vivendo giornate nella natura, con gite, scampagnate, safari fotografici, trekking o anche solo trascorrere un pomeriggio in campagna al circolo cinofilo per fare quattro chiacchiere, trasforma la clubhouse, diventando polo di aggregazione sociale umana e canina, con lo scopo principale di un temporaneo tuffo di un ritorno al naturale. Condividere nozioni e approcci a comprensione di tutti, con seminari di biologia, gite guidate in posti dove la biodiversità è regina incontaminata, fa si che i safari fotografici, diventino memoria culturale, fissando nel tempo, emozioni, azioni, sfumature, sfuggite all’occhio e la mente dell’umano .

 

L’uomo ha grande discorso, del quale la più parte è vano e falso; li animali l’hanno piccolo, ma è utile e vero; e meglio è la piccola certezza che la gran bugia.  Leonardo Da Vinci            

                                                                                             

Verrà un giorno in cui gli uomini conosceranno l’intimo animo delle bestie, quel giorno, un delitto contro una bestia  sarà considerato come un delitto contro l’umanità.   Leonardo da vinci                            

 

Esempi di seminari proposti:

 

Dai cinodonti al cane

Osteoborus,  del Miocene

L’evoluzione, testimoniata attraverso i resti fossili, la ricostruzione morfologica attraverso i risultati delle analisi del DNA e delle immagini al miscroscopio, dai cinodonti al cane, partendo dalla comparsa della vita sulla terra ai nostri giorni, la comparsa delle razze naturali e l’intervento della pressione selettiva dell’uomo.

Il misterioso ed affascinante mondo attraverso i primi canidi ancestrali, antenati dei lupi e dei cani domestici. Dai progenitori, i lupi con gli zoccoli, a quelli piccoli come tassi, da taluni lunghi 6 metri ad altri diventati insettivori o erbivori con dentatura mista idonea anche al carnivoro.

Incanto del miracolo di Madre Natura, le trasformazioni dell’evoluzione, costretti dall’adattamento ai diversi habitat e complessità degli areali.

I canidi selvatici

Crisocione  detto anche lupo dalla criniera

La trasformazione da canidi ancestrali a canidi selvatici odierni attraverso il cammino nella realtà degli areali ed i loro componenti come condizioni che  influenzano la diversificazione degli individui: i ritmi circadiani, le stagioni, le modifiche climatiche, le modifiche faunistiche, i fenomeni astronomici, i fenomeni geologici come lo spostamento delle placche continentali, le cause accidentali (catastrofi locali o globali), le interazioni fra organismi come la competizione. Le nicchie biologiche e le loro mutazioni, arrivando alla speciazione. I taxa e la tassonomia, la biodiversità dei canidi come espressione dell’adattamento della specie all’alimentazione, alla riproduzione, alla difesa. Dall’atelocynus microtis (cane dalle orecchie corte) allo sciacallo, dal canis dirus al coyote, dal lupo al dingo, passando per il cane domestico al cardocyon thous, dal crisocione (lupo dalla criniera) al cuon, dal licaone al nyctereutes (cane procione), dall’otocyon (volpe dalle orecchie di pipistrello) al zorro grigio, dal jaguapitango allo speoto, dall’urocyon al fennec e poi al viverrino.

 

I lupi

Spirito della natura incontaminata, il selvatico mondo dei lupi visto attraverso gli occhi ed ascoltato dalla voce degli studiosi come Erik Zimen, Dave Mech, Shaun Ellis, Luigi Boitani.  Predatori alfa, elaboratori di strategie  di caccia, maestri di adattamento, i complessi rapporti sociali dei lupi come elaboratori di un articolato ed evoluto linguaggio posturale e paraverbale. Elementi equilibratori biologici di habitat, saggi intermediatori di comunicazione tra natura e uomo, questi animali per secoli entrano nella storia delle culture dei popoli. La loro vita negli svariati areali di distribuzione, gli spettacolari adattamenti ed il senso delle loro mutazioni specifiche.  Studi e foto che sfatano molti miti che circondano questi animali e ne fanno comprendere la vera natura.  

Popoli e cani

Il dio Anubi pesa il cuore del defunto

 

Il lungo sentiero attraverso il tempo percorso da due amici così diversi: umano e cane. Un tuffo negli albori del passato fino ai nostri giorni, dal paleolitico con le immagini rupestri. Il significato della presenza del cane nelle antiche popolazioni, attraversando  le grandi civiltà, il medioevo ed infine l’età moderna. Le leggende, le storie, i proverbi, il coinvolgimento dei Santi Cristiani ed i saggi di tutte le culture, dei grandi personaggi storici e le guerre. Un viaggio variegato che passa dalla venerazione alla persecuzione, dal gran dolore al gran rispetto vissuto dai nostri amici a quattro zampe.

I cani primitivi, antichi, estinti

Kotzebue cane antico

Soggetti rimasti semi incontaminati per i motivi più svariati, che racchiudono  in se, la storia del passato e l’evolversi del presente: soggetti semi selvatici molto vicini ai comportamenti ed abitudini del lupo che hanno accettato una parvenza di una domesticazione mal elaborata. Studio specifico focalizzante  le naturali influenze sugli aspetti morfologici e comportamentali. I fenomeni che hanno portato alla loro scomparsa.

Le razze e le connessioni con i canidi selvatici

Cane lupino del gigante, Reggio Emilia, Italia

Tutti discendenti dai lupi ma fortemente condividenti le origini con i vari taxa. L’effetto delle mutazioni e delle speciazioni. Le condizioni  delle scelte opportunistiche ed equilibrate di madre natura che hanno costruito i vari soggetti con sforzo temporale e costo di vittime e di contro la pressione dell’allevamento dell’umano e dello sfruttamento delle loro caratteristiche genetiche morfologiche e comportamentali.

 

ETOLOGIA CINOFILA

Marc Becoff etologo

 

Questo seminario vuole introdurre un argomento quale è imparare ad osservare senza antropomorfizzare ciò che si vede: cioè non dare significati di interpretazione umana al comportamento canino. Scoprire attraverso le risposte comportamentali, cosa è essenziale e cosa non lo è nella vita di un cane, per fargli condurre una esistenza più naturale possibile e soprattutto evitandogli il più possibile gli stati di stress.

 

Le mutazioni

 Levriero afgano

 Deerhound levriero scozzese

 

Piccolo levriero italiano

Questi sono tre esempi di un medesimo adattamento funzionale ma con diverso evolversi tipologico. Le pressioni naturali operanti nella magia della trasformazione. Gli equilibri e i costi degli adattamenti operanti negli areali negativi e positivi. I cambiamenti metabolici e come influiscono sulla morfologia; il flusso genico.

 

 

Gli areali

Esempio di areale di distribuzione dei  grandi carnivori

Gli ambienti e  quali sono le lo caratteristiche, cosa concorre con  essi. Il fascino della diversità nella mutante storia e caratteristica della terra: cosa rimane degli antichi siti conviventi con i dinosauri e cosa la moderna crosta terrestre ci riserva.

 

Archeocinezoologia

Scheletro fossile di cane di circa 8500 anni fa

Nello specifico essa è compresa nella archeozoologia, disciplinante lo studio dei resti degli animali che si rinvengono nei siti archeologici per comprendere le relazioni tra il mondo animale e l’uomo nel passato.

Studia gli animali nelle loro forme, anatomia, funzioni e comportamenti. Lo studio delle ossa animali è molto importante all’interno della ricerca archeologica, infatti permette di capire quali animali vivevano nell’area e quindi come era l’ambiente in antico. Attraverso i resti dei pasti possiamo capire molto anche degli abitanti umani del sito: ad esempio cosa mangiavano e se erano ricchi o poveri; in alcuni casi i resti animali testimoniano anche  rituali e sacrifici. Lo studio dei resti animali di tutta l’area ci aiuta a ricostruire l’economia antica, in particolare quali erano le specie allevate, il trasporto, la macellazione, ed i cambiamenti che avvengono nei secoli a causa della domesticazione.

 

Psicologia canina

Konrad Lorenz

Nella modernità degli studi emergono due studiosi rivoluzionari: Konrad Lorenz premio Nobel per la fisiologia e la medicina; e William E. Campbell fisiologo e comportamentalista. Portatori e divulgatori di conoscenza a trecentosessanta gradi, scoprono e rivoluzionano, ammodernando tutte le conoscenze circa le risposte comportamentali dei cani.         

 

Ringraziamenti

Per le giornate all’insegna della cultura cinofila, ringraziamo tutti gli studiosi per le loro ricerche e scoperte, per i loro anni di lavoro, per i libri che hanno scritto mettendo a disposizione di tutti la scienza, ci hanno permesso, non di insegnare, che questo lo lasciamo fare a loro, ma di usare la loro conoscenza per far intravedere  indicando degli affacci nuovi sulla cinofilia, con argomenti trattati da pochi. Ringraziamo i meravigliosi partecipanti ai seminari, che hanno raccolto il nostro messaggio di buon grado facendo loro il nostro intento.